Stefano Anselmi

Stefano Anselmi

Diplomato alla Civica Scuola di Cinema di Milano. Collabora con la casa editrice Il Castoro scrivendo saggi contenuti nei libri  “Patchwork”  e “Un’invisibile presenza”.  Dirige i documentari “Opinioni di un clown” e “Una visita in fabbrica”, passati in concorso in numerosi festival italiani. Dal 1999 è primo aiuto regia al cinema e in fiction tv; ha collaborato nel corso degli anni con importanti registi italiani: Giacomo Battiato, Andrea Molaioli, Carlo Vanzina, Gianni Lepre, Lodovico Gasparini e Sergio Martino. Con il cortometraggio “Alice”  ha vinto il CortiContro Award al Festival di Arese, la Menzione Speciale della Giuria al festival Segni Nuovi di Alcamo ed è passato in concorso in vari festival: Maremetraggio di Trieste, Short Film Festival di Istanbul, Med Film Festival di Roma e il Festival di Aubagne in Francia; in seguito "Alice" ha vinto anche il Best Social Awareness Short Film (Medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica) al festival I’ve seen Films di Rutger Hauer e il premio come miglior attrice protagonista per Isabella Ragonese al Fano Film Festival. Come regista  ha diretto numerosi episodi della fiction “Agrodolce”, andata in onda su Rai 3. Ha realizzato importanti film commerciali, come “In store marketing” sulla ristrutturazione degli uffici di Poste Italiane e una fortunata serie di spot virali per l’Università Bocconi; ha diretto per il Marketing Sport di Sky lo spot "Sky Start". Per Expo 2015 ha curato  la regia del progetto olografico multilingue Olos (copyright Daniele Baldacci). Tiene corsi alla Civica Scuola di Cinema di Milano "Luchino Visconti", dove è il coordinatore per i corsi di regia e produzione. Nel 2018 ha diretto il suo primo film per il cinema, il comedy "Non è vero ma ci credo", scritto e interpretato da Nunzio Fabrizio Rotondo e Paolo Vita, prodotto da Notorious Pictures, Lotus Production e Minerva Pictures, in uscita nelle sale quest'autunno.